Samuel R. Oyibo

Nato in un villaggio della Nigeria,  all’età di 9 anni rimase orfano di padre,ma,a causa di alcune tradizioni del proprio villaggio e di alcune situazioni familiari,fu privato anche della madre  e affidato a uno zio.

Quest’ultimo non si prese in alcun modo cura di lui e dai 10 ai 14 anni visse per strada,solo e abbandonato da tutti.Ma le sorti della sua vita cambiarono grazie al suo talento per il calcio: le sue doti ben presto lo portarono fuori dalla difficile realtà africana per lavorare in Asia, prima come giocatore e poi in particolare come allenatore e manager.
Qui Samuel aveva una vita piena di agi e successi, finché nel 2010 la sua vita fu completamente rivoluzionata: fu in quell’anno che ebbe un’esperienza di fede in Cristo che lo portò ad abbandonare il suo lavoro e la sua vita lussuosa per diventare missionario. Così, dopo un momento di decisione molto sofferto, nel 2011 decise di tornare in Africa – precisamente in Ghana – per fondare insieme alla moglie Maria (conosciuta due anni prima) Samaria Gospel of Love Mission Onlus.

sam-maria

Fondatori

Maria Di Blasi

Nata in un paesino della Sicilia, fin da piccola si era sentita spinta all’opera missionaria in favore dei poveri in Africa. Dopo essersi convertita al Vangelo all’età di 25 anni, il sogno di fare la missionaria divenne realtà, ma in modo totalmente inaspettato: Dio la chiamava a servire in Cina. Dopo un lungo periodo di preparazione, nel 2003 mise piede per la prima volta in terra cinese. Qui Maria diede il proprio contributo per circa 7 anni, periodo molto intenso ma allo stesso tempo gratificante. Ma in maniera del tutto inaspettata, fu costretta a sospendere il suo lavoro missionario a causa di gravi problemi di salute, non sapendo che di lì a poco la sua vita avrebbe preso una direzione completamente diversa. Rientrata in Asia per svolgere gli ultimi incarichi, conosce Samuel Oyibo. Di lì a poco e dopo aver superato i problemi di salute, i due diventano compagni di vita attraverso il matrimonio in Nigeria e si spostano in Ghana, dove fondano SGLM, al fine di dare una speranza ed un futuro a chi ha conosciuto una realtà fatta di dolore ed indifferenza.